closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 9 mesi 25 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi; Questo sito non è responsabile per eventuali errori o scelte effettuate sulla base delle informazioni fornite.

Oggi ho scoperto la vastità della mia ignoranza.

Secondo qualcuno, se mi vendono (rogito) un immobile non conforme (47/85 e succ.) ma passano “sei mesi” me lo tengo e basta, e non posso rivalermi ne su proprietario, ne sul tecnico della RtN (il notaio è tranquillo, lui l’allega e basta 🙂 ). Mi chiedo: qualcuno che conosce i riferimenti di legge ?

Vorrei studiarmeli…

Pensa, io credevo che in un caso del genere si fosse fatto un atto nullo perchè secondo me è addirittura contro legge vendere un immobile difforme dalla 47/85 e succ…

Pensavo che fosse anche peggio di un vizio occulto, ma che comunque si possa, anche in questo caso, chiedere la risoluzione o la riduzione (entrambe non è possibile, mi pare).

Uff, appena torno in ufficio butto il codice civile che se non leggevo gli articoli 1482 fino al 1490 non mi incasinavo così… mi hanno proprio ingannato…

Poi pensavo che la conformità urbanistica fosse una cosa che non si potesse derogare… mah!

E pensa credevo che anche in caso me lo facessero accettare fosse comunque un patto contro legge (se si trova un notaio che sul rogito scrive una cosa del genere..)

Quindi vediamo, se io vendo casa a qualcuno che non sia abbastanza bravo o attento da capire che gli sto vendendo magari due stanze abusive su 5 (per fare un esempio), le cancello dall’atto o dico che è tutto a posto, magari perchè il tecnico non vede e fa una RTN errata, non faccio ne un errore grave ne una truffa e comunque “passati sei mesi tutto decade, perchè l’abuso potrebbe averlo fatto lui, il compratore…”

Oh devo ricominciare a studiare!