closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 8 mesi 10 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi; Questo sito non è responsabile per eventuali errori o scelte effettuate sulla base delle informazioni fornite.
ma quanti bei portali madama dorè...

ma quanti bei portali madama dorè...

Da un po di tempo sembrano nascere portali e portalini, servizi, mls, feed xml ( toh! ) roba strana ecc con spam alla faccia del decreto sulla privacy (se prendi gli indirizzi mail dalle liste presenti su internet e spammi fai una operazione illegale) per lanciare iniziative che sarebbero piene di altruismo e prive di interessi economici, dal gratuito al rivoluzional-sociale.

Alla fine la loro maschera cade inevitabilmente giù, mostrando attività economiche che tutto volgono tranne esserci utili come primo scopo, il tempo poi mi dirà se ho torto o meno.

Le msl poi meritano un discorso a parte.

Il sistema mls, come impostato in altri paesi, poco avrà a che sparire con il territorio italico e le sue pazzie, dove da regione a regione le leggi che regolano le compravendite immobiliari subiscono bruschi cambi di significato a seconda di chi le interpreta o applica (non scordiamoci che il nostro ordinamento ha decine di migliaia di leggi e leggine, decine di volte di più di altri paesi).

Anche in province vicine come Pistoia e Firenze le usanze sono differenti notevolmente, a Firenze spesso i controlli, a carico del proprietario, vengono fatti appena prima del rogito a Pistoia tutto viene controllato prima del compromesso a carico del’acquirente (con un suo tecnico di fiducia).

Tralasciando il fatto che io, che lavoro a Pistoia, preferisco molto il nostro modo di operare che garantisce il più possibile  di non trovarsi legati a un compromesso su un immobile che magari ha nascoste delle magagne, questo fa capire come sia difficile creare interoperatività tra agenzie immobiliari di luoghi diversi.

Perfino tra le varie Agenzie delle Entrate ci sono differenze nelle interpretazioni delle IMPOSTE!!!

Quindi, da qui si intravedono già i primi ostacoli a operare agevolmente a distanza.

Questo poi si riflette nella fiducia che si ripone nel prossimo: essendo abituati a risolvere cose indicibili ( progetti non depositati, atti fatti male, abusi mai sanati, mariti in carcere per omicidio del fratello che si fa la moglie, ipoteche con banche che non esistono più e che nessuno sa come cancellare, torrenti deviati… ) si tende a non dare fiducia ai colleghi fino a quando non si instaurano rapporti di conoscenza personale e professionale tali da individuare bene come il collega operi.

Ecco perchè le MLS nazionali non funzionano in Italia e solo nelle grandi città (Roma e Milano) o nelle isole hanno qualche affiliato in più (stesso territorio – stesse regole – stesso modo di lavorare…).

La soluzione a parere mio è nella tecnologia xml, come ho già detto qui.

Prevedere piccoli circuiti di reti tra agenti immobiliari che si conoscono, con possibilità di connessione tra i vari database e gestionali (lasciando a tutti la possibilità di continuare a usare i loro gestionali sempre che possano collegarsi al web e generare i file xml o collegarsi a un web service), per poter creare una rete di sottoreti che nascono spontaneamente e con una certa facilità di connessione/disconnessione tra loro (bisogna prevedere anche i litigi) potrebbe essere una soluzione flessibile abbastanza da sopperire ai problemi delle differenze, lasciando al contatto umano e agli accordi tra le persone il compito di unire le varie mls:

Un gruppo di agenti immobiliari, anche solo 5 o 6 (ma anche meno o di più) decidono di lavorare in sinergia, sottoscrivono u contratto e un codice di comportamento tra loro e vanno avanti; la cosa funziona al punto che uno di loro, conoscendo un altro gruppo di agenti della provincia vicina, decide di fare un incontro e le due mels uniscono il loro database e le loro risorse (portali, siti, contatti…).

Questo potrebbe essere parallelo alla creazione di gruppi di acquisto, ad esempio.

Su internet gli agenti immobiliari possono fare molto, non certo rinchiudendosi in luoghi frequentati solo da loro simili però.

Ci vuole apertura al mondo e visione d’insieme e per averla non credo che sia molto adatto cercare spazi chiusi e colloqui tra agenti, invece si ritorna al mito delle mls e del fumo: i migliori agenti! i migliori portali! compri senza sorprese! Facciamola da soli, che siamo bravi!

Ho l’impressione di aver già vissuto ‘sta cosa.

Speriamo almeno che da tutto sto marasma venga fuori qualcosina di buono, stavolta.

Cmq collegi: occhi aperti, a livello nazionale meglio lavorare con professionisti del settore attraverso sinergie vere che creare strutture autonomamente con il rischio di trovarsi con mezzi inadeguati e gestori peggiori.

Salute.