closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 10 mesi 26 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi; Questo sito non è responsabile per eventuali errori o scelte effettuate sulla base delle informazioni fornite.

Molti non sanno nemmeno cosa sono, e non è così strano, anche se uno come me stenta a crederlo.
rss_big
Senza entrare troppo nel tecnico, i feed rss sono un formato standard che permette di condividere contenuti attraverso il web, gli xml invece sono un mezzo per organizzare e condividere le molte risorse nelle molteplici forme (video, immagini, file, dati, parametri per web services ec) che sono presenti nel web.
Detta in soldoni, con gli rss, si permette a un utente che vada in un sito di una agenzia immobiliare e che cerchi, ad esempio, un appartamento in centro di tre vani con un prezzo tra 200mila e 250mila, con giardino di “abbonarsi” a quel tipo di contenuto in modo che ogni volta che vuole possa raggiungere con un semplice click che il contenuto che gli interessa, o ogni volta che il sito viene aggiornato (un nuovo appartamento in arrivo con quelle caratteristiche, una variazione nel prezzo..) gli venga notificato in un elenco di link, in evidenza, oltre alla possibilità di leggere semplicemente in modo diretto gli annunci senza doversi collegare al sito della agenzia. Meglio di una news letter, ogni volta si rispamierà il tempo di dover reimpostare i criteri di ricerca (metti la provincia, il omune, tipo immobile, prezzo, du balle..) e perfino di collegarsi o di scaricarselo in un feed reader magari nel client di posta (outlook, mail…).

Quindi il cliente è sempre in contatto con le offerte della agenzia immobiliare, aggiornate (a seconda di quanto l’agente aggiorna il sito e come lo cura).

Un bel vantaggio?

Ma questa è roba vecchia signori!

( noi lo abbiamo messo a disposizione dei clienti da quando esiste al tecnologia o quasi 😉 )

Parliamo della tecnologia XML ora, che sta alla base.

xmllogo

Tralasciando la semantica e altre robe da informatici provetti, che tra l’altro perdoneranno i miei errori che sicuramente avrò fatto, vi spiego acosa possono servire ste robe a noi AI.

E ve lo spiego non teoricamente, ma in modo pratico.

Partendo da un principio simile degli rss, cioè partendo da contenuti più o meno filtrati da criteri di ricerca o di selezione (query) un agente immobiliare che abbia un gestionale web, che gestisce anche il suo sito web tramite gestionale e he quindi aggiorni costantemente e in modo automatico (con la minore fatica possibile) i contenuti, semplicemente lavorando, potrà caricare i suoi annunci nei portali, in modo comune o personalizzato, non ci sono limiti nei criteri impostabili.

Ho suggerito personalmente l’idea a FIAIP via mail, idea che io oramai sfrutto da un po di tempo, non so se l’ha letta, gli risultasse nuova o ci avesse già pensato, visto la news di oggi sembra che sia in programma di già, ma io vi parlo di una estensione dell’idea.

Io vi parlo della possibilità di fare in modo che mentre voi lavorate con il vostro gestionale, quindi facendo il lavoro normaele, che DOVETE fare normalmente, aggiornate il vostro sito e nel contempo date la possibilità ai portali di caricare i vostri contenuti (annunci) foto e quant’altro, secondo i VOSTRI canoni, senza durare fatica!!!

L’ideale sarebbe che le associazioni, creassero per i portali federativi, uno script che possa permettere all’associato di prenotare il caricamento dei suoi annunci in modo automatico attraverso una prenotazione (un click dall’area riservata: sono pronto,).

Il sito federativo, nel mio caso il cercacasa, carica automaticamente gli annunci dal sito dell’associato, tramite formattazione xml: un esempio dal mio sito, che già funziona secondo questi canoni e già fa queste cose, ve lo mostro in modo molto semplificato:
? annuncio comincia il contenitore formattato in xml
(codice agenzia)

Vendita
Residenziale
Appartamento
Abitabile
150.001 – 200.000 euro
047017
Centro
?

Valenzatico: appartamento con giardino frontale e tergale, oltre continua il testo…

122

248000 51039
Italia
Toscana

PT Quarrata
piano terra 2
5

1
Autonomo
sì, singolo

? (le foto)

http://www.orisimmobiliare.com/database/images/img_db/xltZK79KClQxBCR2nrUJ.jpg

?

http://www.orisimmobiliare.com/database/images/img_db/dfqMNZBpW1niH2f5rkne.jpg

?

http://www.orisimmobiliare.com/database/images/img_db/fdr1xPswLHzTS2WtYUa5.jpg

?

http://www.orisimmobiliare.com/database/images/img_db/zPRCRJ5DkZVvtSe31Xhi.jpg

fine annuncio il  contenitore si chiude, l’annuncio è finito

Sembra l’uovo di Colombo, eh?

qui è come appare per un portale

qui è come appare per un altro portale

Sono file grossi , anche se solo di testo… vi avviso aspettate un po…

In pratica si apre un contenitore e si chiama “annuncio” e dentro ci si mette il tutto.

…e quella accozzaglia di “bandierine” (tag) mi permette da tempo di non durare fatica a tenere aggiornati i contenuti su internet.

Questo tra l’altro permette di evitare il dramma dello standard, che manca e mancherà sempre, nella definizione del nome dei campi dei database immobiliari…. ooooops mi rendo conto di essermi fatto prendere la mano e di andare in cose che non vi interessano, sorry, continuo a parlare come mangio.

Ho personalmente collaborato con alcuni portali al perfezionamento del file (dal lato agenzia immobiliare) consigliando di inserire il caricamento automatico periodico nei loro programmi di caricamento (suggerimento accettato) che apre la strada alle possibilità da me descritte sopra.

Le riassumo :

Fino ad ora, se uno voleva caricare gli annunci in internet lo faceva a mano, con perdite di tempo e costi di data entry moltiplicati per il numero dei portali. 

Poteva però scegliere di pagare una ditta che caricasse per lui questi annunci, con costi comunque elevati e sopra tutto scarse possibilità di controllo inversamente proporzionali al numero di annunci gestiti (io ne gestisco da 500 a 700 sui portali).

Ma se qualcuno in federazione mi ascolta o se magari ci ha già pensato, doterà il portale della associazione di sistemi di caricamento automatico, basati sullo sesso principio che ho spiegato ora, e ci permetterà di avere un portale delle federazioni riempito di contenuti e i portali immobiliari tutti SINCRONIZZATI E AGGIORNATI SENZA FATICA!!!

 

Solo una federazione può fare una convenzione seria con tutti i portali immobiliari, ma deve dotarsi di uno strumento che permetta agli associati di usufruirne con la minore fatica possibile.

Se ciò accadrà, noi caricheremo il nostro bel gestionale come faremmo per lavorare normalmente, clicchiamo e al massimo ci preoccupiamo di decidere cosa va in un portale o in un altro, come e dove, a seconda dei contratti che avremo con i vari portali.

😉

Vi piace l’idea?

Io so come fare e adesso lo sapete anche voi.